Chi sono

marta-maggio5 Mi chiamo Marta Erba, sono una psicoterapeuta e lavoro a Milano. Questo è il mio vecchio blog, il mio nuovo sito lo trovate all’indirizzo martaerba.it

Laureata in medicina, ho lavorato per l’agenzia di giornalismo scientifico Zadig fino al 2001 occupandomi prevalentemente di medicina e salute per la testata Tempo Medico. Durante questi anni e negli anni successivi ho collaborato con varie testate, tra cui Corriere della Sera (in particolare Corriere Salute), l’Espresso, Le Scienze, Mente & Cervello, Focus e Focus Extra.

Dopo una breve parentesi come direttore responsabile della freepress Enjoy (mensile di fitness e nuove tendenze distribuito nelle principali palestre italiane), dal 2004 mi sono occupata soprattutto di neuroscienze, psicologia e medicina per l’editore Gruner und Jahr. Ho partecipato alla fondazione della testata Focus Giochi (poi Focus Brain Trainer) e ho ideato e coordinato il progetto in sei volumi FOCUS BRAIN TRAINER SUMMER, allegato nel 2008 al Corriere della Sera e nel 2009 (seconda edizione) a Tv Sorrisi & Canzoni, Panorama e Donna moderna. Ho inoltre lavorato per il mensile Focus Storia.

Ho pubblicato, per l’editore Bollati Boringhieri, Dalla Luna alla Terra: mitologia e realtà degli influssi lunari, di cui ho curato il capitolo sulla simbologia lunare e quello sulla relazione tra il nostro satellite e l’essere umano. Ho pubblicato, per Mondadori, Chi sei? conosci te stesso con l’aiuto della scienza (su identità, personalità, coscienza).

Ho frequentato per due anni  la scuola di specializzazione in psicoterapia strategica del prof Nardone ad Arezzo e mi sono specializzata in psicoterapia  al Centro di Psicologia e Analisi Transazionale di Milano.

Infine, faccio parte del gruppo fondatore del sito e del gruppo AMICINEMA, gli amici del cinema di Milano, con cui organizzo uscite cinematografiche nei cinema milanesi.

Vuoi contattarmi? Scrivi all’indirizzo marta.erba@gmail.com

Annunci

3 Responses to Chi sono

  1. Marina ha detto:

    cara Marta, articoli stra interssanti. stasera ho visto una puntata di Quark che parlava dell Ossitocina ( ormone sia dell’orgasmo che della “fiducia/ gravdanza”, insomma ho capito la logica. Ma sono rimasta un po’ sbigottita perche’ , a mio avviso, al di là della buona occasione di una relaz sessuale, uno puo’ sviluppare comunque sentimenti forti.. o no?

    Provero’a leggerti. vado regolarment da una psicoterapeuta qui a Parigi e sono molto curiosa di come funziona la nostra mente: infatti capire mi aiuta asentirmei meglio e a “fare pace” cone le paure e le angosce ( spesso, non sempre).
    Grazie per i tuoi contributi, MB

  2. roberto ha detto:

    buona sera Marta, sono arrivato nel tuo sito attraverso ricerche mosse dai miei recenti interessi per la fisica quantistica applicata nella vita quotidiana, nel tentativo di conoscere ciò che si cela sotto l’apparenza , bene la scienza quantica e in ultimo la kabbalah ebraica hanno cominciato ad accendere in me la speranza dandomi sicurezza avendo un riscontro che il mondo della “normalità” è un movimento continuo e io con esso.Sto leggendo da qualche tempo un libro dell’economista di Obama , economista per lo sviluppo e fonti rinnovabili, il libro è: la corsa verso la coscienza globale del mondo in crisi,la Civiltà dell’empatia , Jeremy Rifkin, nei contenuti ho potuto dar voce a sofferenze interiori inerenti al mio sviluppo , al deficit empatico del quale ho sofferto e del conseguente fallimento sociale e scolastico della mia vita, ma c’è qualcosa da dire parlando di fisica quantica applicata , se da un lato queste carenze mi hanno impresso un disagio da un lato mi hanno come causa-effetto spinto a scelte diverse nella vita , scelte che però nel mio disagio non erano coscienti ma mi si proponevano come visioni o domande ,come se avessi potuto scegliere il mio futuro vedendolo , un futuro che precludeva l’anticonformismo come dogma per un odio nei confronti dei frutti sbagliati della nostra italia , detta così sembra politica , ma è difficile per me trovare le parole per descrivere l’esperienza che ho fatto.C’è un’energia enorme ad un passo dalla nostra consapevolezza ma un velo realmente divide questo mondo interiore. ciao Roberto e complimenti per il tuo lavoro

  3. Captain Perez ha detto:

    Ciao Marta interessanti argomenti.
    La sincronicità è frequente quando si leva il velo, nella società occidentale si è troppo condizionati per coglierla in ogni momento…serve un grado di attenzione elevato e nessuna distrazione, la socializzazione occidentale combattono l’adesso, la programmazione futura è raramente compatibile con la casualità, e crea un ciclo infinito di comportamenti facilmente prevedibili.

    Non ho ancora trovato testi interessanti sull’argomento, le coincidenze e le storie che ho letto portano quasi sempre ad una fine, ad una morale o a una soluzione con relativa spiegazione. Sono totalmente in disaccordo sul significato che le viene attribuito e a quanto pare l’ultima scoperta di fisica segue proprio questa logica.

    La sincronicità è un modo di comunicare sta a noi recepire il segnale e agire di conseguenza mettendo in dubbio anche e sopratutto la bontà del segnale o tutto sarebbe già scritto.

    I cinesi sbagliano ad affidarsi alle monete.

    ciao
    CP

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: